Mitor, particolari torniti di precisione in medie e grandi serie

La Mitor srl, fondata nel 1973, opera nell’ambito della produzione di minuterie di precisione con serietà e competenza, unendo l’esperienza di oltre 40 anni di lavoro all’applicazione di moderni strumenti tecnologici, nell’ottica di un continuo miglioramento. Le produzioni sono per medie e grandi serie, di particolari torniti di precisione da barre trafilate in ottone, acciaio avp, acciaio inox e alluminio di forma tonda, esagonale o quadra da mm. 2 a mm. 42.

I prodotti, realizzati direttamente su disegno del cliente, si rivolgono a vari settori quali la componentistica industriale, lo stampaggio, l’automotive, gli arredi per l’industria, e ovunque si richieda l’applicazione della meccanica di precisione. Le lavorazioni sono effettuate con torni automatici e CNC monomandrino a fantina mobile e a fantina fissa. Nell’ottica di fornire uno standard qualitativo adeguato alle crescenti esigenze di mercato, Mitor si avvale a partire dal 2003 di un sistema qualità certificato secondo la norma UNI EN ISO 9001: 2015 e pone particolare attenzione alla soddisfazione del cliente.

Lo stabilimento sorge nella nuova zona industriale di Ferriera, a Buttigliera Alta, in provincia di Torino. E’ facilmente raggiungibile dalle uscite di Rivoli-Bruere e Avigliana della A32 Torino-Bardonecchia, l’autostrada del Frejus. L’azienda è costituita da circa 1.000 mq. destinati alla produzione e magazzino, più 200 mq. di uffici e servizi.

Mitor srl, via della Praia 4/G, Frazione Ferriera, Buttigliera Alta (TO). Tel. +39.011.931.3618, e-mail mitor@mitorsrl.info, sito web www.mitorsrl.info.

MECS lancia HUB22, il coworking della meccatronica

MECS snc è un’azienda dinamica che opera nel campo della meccanica di precisione. Ha creato ad Ivrea la sede di coworking HUB22, dove l’attuale stabilimento produttivo di Burolo sarà trasferito ad agosto 2019.

L’azienda viene fondata nel 2007 da Alessandro Suman, che, dopo aver maturato esperienza come lavoratore dipendente, a 33 anni decide di aprire la propria impresa realizzando il suo sogno d’infanzia. L’attività è gestita insieme alla moglie, Rossella Paccapelo, con uno staff di 14 giovani collaboratori, frutto anche dell’intensa collaborazione con gli istituti professionali locali.

Il settore originario di specializzazione di MECS è l’automazione bancaria, con la realizzazione di particolari meccanici inseriti in macchinari per l’automazione del denaro. Il know-how e l’estrema flessibilità hanno permesso a MECS di estendere la produzione ad altri comparti come il movimento terra, l’automazione industriale, il motociclismo/motorsport, l’attrezzatura sportiva, la fotografia, il medicale, l’automotive, la nautica, l’oreficeria, la sicurezza.

Maturando l’idea di creare un prodotto, nel gennaio del 2017 i due coniugi fondano insieme a due giovani designer una startup chiamata General Design srl, partita con il marchio Original Moddog nel settore delle sigarette elettroniche di fascia alta; grazie all’e-commerce e alla partecipazione a diverse fiere internazionali, in soli sette mesi vengono venduti prodotti in 50 Paesi del mondo, superando la soglia di 500mila euro di fatturato. A febbraio dello stesso anno i Suman fondano la rete d’impresa HUB22 Mechatronics insieme a tre aziende sinergiche, unendo forze e competenze per fornire soluzioni innovative e complete in ambito meccatronico.

MECS esegue lavorazioni meccaniche da tornitura da barra e fresatura, con prototipazioni, piccole e medie produzioni e piccoli assemblati, utilizzando torni di ultima generazione fino a 10 assi (per diametri da 3 a 35 mm) e fresatrici per leghe leggere. Per la prototipazione e lavorazioni complesse e combinate di tornitura e fresatura, si è dotata di un macchinario multitasking con passaggio barra fino a 65 mm, diametro massimo di lavorazione pari a 380 mm e lunghezza massima di 424 mm, con un reparto dedicato alla prototipazione CNC. I materiali lavorati sono acciai ad alta velocità (AVP), leghe non ferrose come ottone e bronzo, leghe esotiche come il titanio e leghe leggere come le leghe di alluminio, acciai inossidabili (Inox AISI 303, 304, 310S, 316, 430), acciai legati, rame, materiali plastici come derlin, plexiglass, metacrilato, PVC, nylon, politene HD e policarbonato.

Per la programmazione delle macchine utensili viene utilizzato un sofisticato sistema CAD/CAM che consente la simulazione 3D dei pezzi e le relative fasi di lavorazione, riducendo il tasso di errore e i tempi di programmazione manuale.

L’azienda, inoltre, è stata progetto-pilota di un particolare MES (Manufacturing Execution System) per connettere macchinari e processi nella logica di Industria 4.0 con un grado di personalizzazione elevato, che lo rende particolarmente performante.

MECS pone estrema attenzione alla qualità, utilizzando strumenti di misura ad altissime prestazioni: la sua sala metrologica utilizza macchine Zeiss e Mitutoyo e una telecamera ottica digitale Panasonic per rilevare rapidamente i difetti non visibili a occhio nudo.

L’azienda è «eco-friendly»: utilizza esclusivamente oli di origine biologica, dispone di un sistema di aspirazione che restituisce aria micro-filtrata al 99,98%, l’impianto di illuminazione è a led e viene effettuata la raccolta differenziata dei trucioli di scarto. Il nuovo stabilimento di Ivrea avrà, in più, un sistema di climatizzazione all’interno dell’area produttiva.

HUB22 accoglie alcune aziende della rete d’impresa, aziende partner, aree di coworking e una sala conferenze/aula per la formazione. Info sul sito www.mecs-torneria.it.

Zayon: revisione e costruzione elettromandrini, meccanica di precisione e documentazione digitale

Zayon opera con tre divisioni specializzate: Spindle, centro di revisione e costruzione di elettromandrini, Industrial, per la progettazione di linee di montaggio e macchine utensili nell’ambito della meccanica di precisione, e Z-Doc per la produzione di documentazione digitale innovativa. Continua a leggere Zayon: revisione e costruzione elettromandrini, meccanica di precisione e documentazione digitale