Il Tavolo della Meccanica Piemonte nasce nel 2014 dalla volontà di alcuni imprenditori di sviluppare nuove idee e progetti e superare la crisi economica iniziata nel 2008. «Ci siamo ritrovati – spiega Giovanni Gai, coordinatore del gruppo – nell’ambito di Expandere, iniziativa promossa da CDO Piemonte, e abbiamo iniziato a ragionare su come fosse opportuno fare squadra per essere più competitivi sul mercato, e così abbiamo creato il Tavolo della Meccanica Piemonte».

Il primo nucleo era composto da una dozzina di aziende e la Compagnia delle Opere ha fornito il supporto organizzativo come, per esempio, la sede di Torino dove riunirsi. Il termine di paragone erano – e sono – le realtà industriali dell’Europa, in particolare quelle tedesche. «Abbiamo capito – sottolinea Gai – che lo schema “piccolo è bello”, che a lungo ha caratterizzato l’imprenditoria italiana, oggi non funziona più. Se non ci si aggrega, si hanno sempre meno possibilità di trovare lavoro e di essere inseriti nei circuiti “virtuosi”. Chi viaggia all’estero percepisce immediatamente la differenza con l’Italia. Nella zona industriale di qualsiasi paese della Germania le ditte più piccole hanno almeno cento dipendenti».

Per superare questo divario, la soluzione è unire le forze, superando diffidenze e gelosie. Per esempio, presentandosi insieme alle fiere di settore, abbattendo i costi e aumentando la capacità di attrarre i clienti, con più articoli da offrire e una maggiore capacità produttiva. Oppure condividendo iniziative di formazione e ospitando esperti per approfondire i più innovativi modelli di organizzazione aziendale. E magari realizzando sinergie specifiche su grandi commesse, perché se un tempo di fronte ad una richiesta di preventivo difficile da soddisfare la risposta era «mi spiace, non posso», adesso si cerca di acquisire comunque l’ordine, associandosi con altre imprese.

Oggi al Tavolo della Meccanica Piemonte partecipano circa trenta aziende, molte della provincia di Torino, tra cui un nutrito gruppo dalla zona ovest (Rivoli, Grugliasco, Rivalta e Villarbasse), altre da Astigiano, Alessandrino e Cuneese. Le riunioni si tengono a Torino una volta a mese e per partecipare è necessario iscriversi a CDO Piemonte. E-mail info@tavolomeccanicapiemonte.it.