Tecnosteel, ottenuta la certificazione IATF 16949:2016

Tecnosteel, azienda di lavorazioni meccaniche per il settore automobilistico, comunica che «il sistema di gestione della qualità, che segue la linea guida per i processi operativi VDA6.3, è stato riconosciuto ai più alti livelli da DNV GL secondo lo standard IATF16949:2016 dettato dalla International Automotive Task Force».

«L’importante traguardo raggiunto dalla squadra – spiega una nota – è frutto della filosofia perseguita da sempre dalla direzione, volta al miglioramento costante dei processi aziendali. Il conseguimento della certificazione ci permette dunque di presentarci come partner affidabili e dotati dei più elevati standard qualitativi a tutti i player del settore automotive».

Lo stabilimento Tecnosteel, con sede a Orbassano (Torino), occupa circa 40 addetti su una superficie di 5mila metri quadrati, dei quali 2.500 coperti. La qualità è al centro della politica aziendale, dalla formulazione dell’offerta fino alla produzione.

«Le prove, i controlli ed i collaudi in ogni fase del processo produttivo – sottolinea la presentazione – sono effettuati allo scopo di verificare che i requisiti specificati per il prodotto siano rispettati e vengano eseguiti con l’impiego degli strumenti più adeguati, utilizzati in modo da garantire che la precisione di misura sia compatibile con le esigenze di rilevazione richieste. La collaborazione del personale specializzato e periodicamente formato ed aggiornato contribuisce ad ottimizzare il sistema di gestione della qualità aziendale».

Syntax, Torni e Dintorni, Gi.Emme: un evento per presentare macchinari e attrezzature

Appuntamento dal 6 al 9 novembre a Balangero. “La sinergia tra aziende è fondamentale”

Da mercoledì 6 a sabato 9 novembre a Balangero (TO), si svolge l’open house organizzato da Syntax, Torni e Dintorni e Gi.Emme per presentare una vasta gamma di macchinari per l’industria meccanica, conoscere alcune novità del settore della lavorazione in serie da ripresa e sviluppare nuovi contatti. L’appuntamento è in via Artigiani 9, sede Syntax, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 11 alle 20, sabato dalle 9 alle 13. Info 0123.233020.

L’evento nasce dalla sinergia fra tre aziende: Syntax (costruzione di macchine utensili speciali, automazione industriale, servizi chiavi in mano su centri di lavoro e multipallet), Torni e Dintorni (torni cnc autoasserviti Muratec, torni automatici a fantina mobile Hanwha, torni plurimandrino Utimac,  sistemi di marcatura e incisione laser Lasit ) e Gi. Emme (centri di fresatura  Hwacheon, Einshu, Hermle).

«E’ vero che da soli si va veloce – dicono gli organizzatori – ma insieme si va più  lontano e oggi la sinergia fra le aziende è la chiave per lavorare con successo. Insieme siamo in grado di proporre soluzioni a 360 gradi per la produzione di particolari nella meccanica di precisione. Ognuno di noi ha un’esperienza più che ventennale nell’affrontare soluzioni orientate alla produzione nel settore metalmeccanico, con l’ottica di fornire alle aziende gli strumenti necessari per ottimizzare i processi produttivi. Ci proponiamo come partner in grado di costruire un rapporto continuativo con i nostri clienti, includendo nei nostri servizi assistenza, formazione e consulenza tecnica».

Officina Meccanica Melis, la versatilità al servizio del mercato

Officina Meccanica Melis nasce a Biella nel 1972 al servizio dell’industria tessile. Negli anni l’offerta si amplia e i mercati di riferimento diventano molteplici. L’azienda passa dalle mani del suo fondatore, Cornelio Melis, a quelle del figlio Paolo che, insieme alla moglie Monica, continua con professionalità e competenza l’esperienza maturata negli anni e che ora si è trasformata in versatilità, di fronte alle sfide di cambiamento che il mercato impone: «Alla base di ogni impresa e di ogni opera c’è infatti il desiderio di esprimere la propria umanità attraverso il lavoro». Siamo ora alla terza generazione con i nipoti Alice, Gabriele ed Edoardo.

OMM è in grado di assumere commesse per qualunque esigenza di meccanica industriale e per qualsiasi mercato, con la capacità di produrre in serie oppure realizzare singoli esemplari. Le lavorazioni comprendono tornitura, fresatura, montaggio, saldatura TIG e a filo continuo, nei seguenti settori:

  • tessile (carde, macchine tessuto non tessuto, per tintoria e finissaggio, confezionamento cotone idrofilo e imballaggio per fibra di fiocco e stoppa);
  • edilizia (parti per impianti di lavorazione laminati, campionatura provini per collaudo strutture);
  • automazione industriale (parti meccaniche per la costruzione di robot per strutture ospedaliere, impianti di posta pneumatica, cilindraie per la triturazione dei materiali, nastri trasportatori, macchine per la costruzione di reti metalliche, stampa digitale, stampa rotocalco);
  • motori elettrici;
  • imballaggio flessibile (parti di macchine per imballaggi food e non food);
  • costruzione e affilatura lame.

I materiali impiegati sono acciaio, acciaio inox, ferro, alluminio, rame, bronzo, plastica. Il parco macchine è composto da torni CNC, frese alesatrici, centri di lavoro, segatrice e rettifica.

La OMM, oltre all’innovazione tecnologica delle sue macchine, ha un valore aggiunto: il fattore umano, fondamentale punto di partenza per conferire al prodotto elevati standard di qualità grazie alla responsabilità che ognuno si assume e alla libertà di per poter esprimere il meglio di sé anche nell’ambiente di lavoro.

Officina Meccanica Melis, Strada San Quirico 9, Chiavazza (Biella), telefono 015. 351074, sito web www.ommmelis.com.

Rucato, specialisti nello stampaggio a freddo dei metalli

Dal 1952 l’azienda Rucato, situata ad Almese, in provincia di Torino, opera con grande efficienza nel campo della metalmeccanica, offrendosi come partner serio e affidabile nella fornitura di ricambi in metallo. Lo stabilimento produttivo è suddiviso in 300 metri quadrati destinati ad attività di stampaggio a freddo dei metalli ferrosi e 75 metri quadrati riservati al magazzino attrezzature e stampi. L’azienda dispone inoltre di aree specifiche per lo stoccaggio delle materie prime in attesa di lavorazione e dei prodotti finiti.

Rucato impiega di 4 presse di recentissima costruzione, con potenza variabile da 40 a 120 tonnellate, per lavorazioni in automatico senza operatore e di ripresa con operatore, asservite da aspi, alimentatori pneumatici e taglia sfridi per garantire il massimo della produttività.

Con una pluriennale esperienza nel settore l’azienda è diventata un punto di riferimento sul territorio grazie ad alcuni punti di forza come, ad esempio, diversificazione della produzione, flessibilità e reattività al fine di soddisfare tempestivamente qualsiasi esigenza del cliente.

Rucato esegue con il massimo della competenza e della professionalità la lavorazione dei metalli svolgendo le seguenti attività: stampaggio a freddo dei metalli ferrosi, costruzione stampi e attrezzature meccaniche, tranciatura, imbutitura, piegatura di particolari in ferro, alluminio, acciaio inox, ottone, zincati, temprati, fosfatati e burattati.

Rucato è specializzata nella produzione di ricambi per veicoli industriali e commerciali, e per il settore automobilistico e motociclistico. L’azienda inoltre realizza un’ampia gamma di ricambi per piccoli elettrodomestici e macchinari utilizzati nella elettromeccanica. L’azienda fornisce componenti assemblati, filettati, torniti e saldati su disegno e specifiche dei clienti, ed anche i certificati di analisi e collaudo delle materie prime utilizzate e delle lavorazioni di trattamento eseguite da aziende specializzate.

Rucato snc, via Rivera 120, Almese, telefono 011.9352629, e-mail info@rucato.com, sito web www.rucato.com.

Migliarino, sapienza artigiana nella produzione di punzoni per lavorazioni industriali

Migliarino srl è specializzata nella produzione di punzoni di marcatura per uso industriale.

L’azienda ha una lunga storia. È stata fondata durante la Seconda guerra mondiale da Candido Migliarino, in piazza Statuto a Torino, per realizzare incisioni artistiche in campo orafo. Successivamente è passata nelle mani del figlio Giuseppe che ha sviluppato le lavorazioni per il settore meccanico e trasferito la sede in via Tesso, pur mantenendo l’impronta artigianale.

Nel 2018 Giuseppe Migliarino è improvvisamente mancato e la moglie Carla, di professione consulente finanziario e madre di un bimbo piccolo, ha deciso di proseguire l’attività: «Ho fatto questa scelta – racconta – perché l’azienda significava tutto per mio marito, e per salvaguardare il lavoro dei nostri collaboratori. La nostra è una storia di famiglia e tale vuole rimanere».

La manualità alla base della qualità

In un anno sono stati apportati alcuni cambiamenti significativi, orientandosi verso una dimensione maggiormente strutturata, senza tuttavia tradire le caratteristiche di un’attività focalizzata sulle esigenze del cliente. Gran parte delle lavorazioni, infatti, richiede l’abilità manuale degli operatori, ad esempio per preparare le lettere da montare sui punzoni, acquisita in lunghi anni trascorsi maneggiando bulini.

Dal disegno alla tempra

Il nuovo amministratore, Paolo Tortone, si occupa della gestione dei processi aziendali e dei rapporti con clienti e fornitori: «Abbiamo installato – spiega – un nuovo sistema di aerazione per migliorare la qualità dell’ambiente di lavoro, acquistato nuovi macchinari per aumentare la produzione e assunto nuovo personale». Il ciclo di lavorazione è seguito internamente all’azienda, dal disegno alla tempra: il materiale grezzo viene tagliato in base alle richieste del cliente, fresato, inciso e temprato per ottenere il prodotto finito. Migliarino fornisce prevalentemente il settore automotive, in tutta Italia e in Europa, garantendo elevata qualità e punzoni che durano a lungo grazie a un’antica e sapiente artigianalità.

Migliarino srl, via Tesso 30, Torino, telefono 011.252411, www.migliarino.eu.

Torneria Fanti, passione e cura per il cliente

Torneria Fanti è un’azienda familiare, orgogliosa di esserlo. In anni difficili, nella Torino del 1938, Fulvio Fanti è riuscito a creare la sua azienda, lavorando ogni giorno per far capire e apprezzare ciò che c’era oltre la semplice lavorazione meccanica: la passione e la cura per il cliente. Mission portata avanti dal figlio Renato e oggi dai nipoti Claudia e Fulvio, che ne incarnano i valori.

Ogni generazione ha guardato al futuro, oltre la propria epoca, proiettando sempre l’azienda verso la crescita, in un processo di miglioramento continuo. Oggi, in piena rivoluzione Industry 4.0, Torneria Fanti raccoglie la sfida e lavora per essere sempre più efficiente con il supporto della tecnologia, mantenendo immutata l’anima sartoriale votata al servizio del cliente.

Lavorazioni meccaniche di precisione

L’azienda esegue lavorazioni meccaniche di precisione, da semplici viti, perni, dadi e rondelle a prodotti più complessi che vengono realizzati secondo le specifiche fornite. Le lavorazioni sono quelle che cambiano anima e superficie dei pezzi, come tornitura, fresatura, foratura, alesatura e filettature.

Tecnologia e qualità

Grazie alla tecnologia e ai software introdotti nel sistema di gestione, l’azienda ha la piena tracciabilità dei prodotti, dall’arrivo della materia prima alla consegna, e un sistema di pianificazione all’avanguardia consente di evadere rapidamente le richieste dei clienti. Ottimizzando gli spazi attraverso il magazzino verticale, vengono garantite velocità di servizio e un adeguato stoccaggio; inoltre, l’impianto di confezionamento permette di personalizzare il packaging in base alle specifiche del prodotto. Il sistema di gestione qualità e ambiente è certificato in conformità alle norme ISO 9001:2015 – IATF 16949:2016 e ISO 14001:2015.

Torneria Fanti srl, via Spagna 2, Collegno (TO), telefono 011.4544140, www.torneriafanti.it.

Tecnosteel ha partecipato al Global Automotive di Stoccarda

Tecnosteel ha partecipato a Global Automotive Components and Suppliers Expo, l’evento internazionale del settore che si è svolto a Stoccarda dal 21 al 23 maggio 2019; l’azienda è stata presente nell’ambito di un gruppo di imprese piemontesi della filiera, presentando la propria gamma di lavorazioni in campo meccanico.

«Nonostante sia in atto un evidente rallentamento della locomotiva tedesca – commenta la direzione di Tecnosteel – si intravede un risveglio delle attività produttive a breve e si confida in una ripartenza della domanda».

Auton Sistemi, rivenditori di software CAD/CAM da trent’anni

Auton Sistemi si occupa di distribuzione, integrazione e personalizzazione dei software CAD/CAM; inoltre, è rivenditore Esprit CAM, uno strumento potente e flessibile per la programmazione CNC, con il supporto completo del processo di produzione, dal file CAD al pezzo finito.

L’azienda offre soluzioni articolate in diverse tipologie di servizio, a partire dall’analisi dei processi produttivi e dalla ricerca della giusta combinazione di licenze CAD/CAM utili nell’ambiente produttivo, con realizzazione di DEMO contestualizzate.

Auton Sistemi si occupa dell’installazione delle licenze software, delle personalizzazioni sulle macchine utensili (post-processor, simulazioni, attrezzature) e della creazione di processi produttivi specifici; assistenza e manutenzione sono sempre attive, per unire, anche dopo la fase iniziale, l’esperienza sul campo con l’evoluzione del CAD/CAM.

L’azienda fornisce la formazione sui software CAD/CAM con affiancamento successivo all’installazione e tramite l’organizzazione di corsi di aggiornamento periodici rivolti ai tecnici del settore, o di sessioni formative specifiche concordate con il cliente.

Auton Sistemi è stata costituita nel 1998, come rivenditore e installatore ufficiale di software Esprit CAM. Le competenze consolidate nel tempo hanno permesso una sempre maggiore versatilità, sia nell’installazione e manutenzione di software Esprit e Auton, che nel contesto della progettazione di soluzioni personalizzate, come lo sviluppo di post-processor per specifiche macchine utensili, l’assistenza, l’affiancamento e la formazione del personale tecnico.

Auton Sistemi opera in tutta Italia, grazie all’espansione della rete commerciale e all’apertura di nuove commesse con clienti situati nel nord-est e nel centro-sud, mentre lo sviluppo di un sistema di assistenza da remoto consente di ottimizzare l’efficacia degli interventi tecnici.

Auton Sistemi srl, corso Unione Sovietica 612/15/B, Torino, telefono 011.3471417, www.autonsistemi.it.

Mitor, particolari torniti di precisione in medie e grandi serie

La Mitor srl, fondata nel 1973, opera nell’ambito della produzione di minuterie di precisione con serietà e competenza, unendo l’esperienza di oltre 40 anni di lavoro all’applicazione di moderni strumenti tecnologici, nell’ottica di un continuo miglioramento. Le produzioni sono per medie e grandi serie, di particolari torniti di precisione da barre trafilate in ottone, acciaio avp, acciaio inox e alluminio di forma tonda, esagonale o quadra da mm. 2 a mm. 42.

I prodotti, realizzati direttamente su disegno del cliente, si rivolgono a vari settori quali la componentistica industriale, lo stampaggio, l’automotive, gli arredi per l’industria, e ovunque si richieda l’applicazione della meccanica di precisione. Le lavorazioni sono effettuate con torni automatici e CNC monomandrino a fantina mobile e a fantina fissa. Nell’ottica di fornire uno standard qualitativo adeguato alle crescenti esigenze di mercato, Mitor si avvale a partire dal 2003 di un sistema qualità certificato secondo la norma UNI EN ISO 9001: 2015 e pone particolare attenzione alla soddisfazione del cliente.

Lo stabilimento sorge nella nuova zona industriale di Ferriera, a Buttigliera Alta, in provincia di Torino. E’ facilmente raggiungibile dalle uscite di Rivoli-Bruere e Avigliana della A32 Torino-Bardonecchia, l’autostrada del Frejus. L’azienda è costituita da circa 1.000 mq. destinati alla produzione e magazzino, più 200 mq. di uffici e servizi.

Mitor srl, via della Praia 4/G, Frazione Ferriera, Buttigliera Alta (TO). Tel. +39.011.931.3618, e-mail mitor@mitorsrl.info, sito web www.mitorsrl.info.

MECS lancia HUB22, il coworking della meccatronica

MECS snc è un’azienda dinamica che opera nel campo della meccanica di precisione. Ha creato ad Ivrea la sede di coworking HUB22, dove l’attuale stabilimento produttivo di Burolo sarà trasferito ad agosto 2019.

L’azienda viene fondata nel 2007 da Alessandro Suman, che, dopo aver maturato esperienza come lavoratore dipendente, a 33 anni decide di aprire la propria impresa realizzando il suo sogno d’infanzia. L’attività è gestita insieme alla moglie, Rossella Paccapelo, con uno staff di 14 giovani collaboratori, frutto anche dell’intensa collaborazione con gli istituti professionali locali.

Il settore originario di specializzazione di MECS è l’automazione bancaria, con la realizzazione di particolari meccanici inseriti in macchinari per l’automazione del denaro. Il know-how e l’estrema flessibilità hanno permesso a MECS di estendere la produzione ad altri comparti come il movimento terra, l’automazione industriale, il motociclismo/motorsport, l’attrezzatura sportiva, la fotografia, il medicale, l’automotive, la nautica, l’oreficeria, la sicurezza.

Maturando l’idea di creare un prodotto, nel gennaio del 2017 i due coniugi fondano insieme a due giovani designer una startup chiamata General Design srl, partita con il marchio Original Moddog nel settore delle sigarette elettroniche di fascia alta; grazie all’e-commerce e alla partecipazione a diverse fiere internazionali, in soli sette mesi vengono venduti prodotti in 50 Paesi del mondo, superando la soglia di 500mila euro di fatturato. A febbraio dello stesso anno i Suman fondano la rete d’impresa HUB22 Mechatronics insieme a tre aziende sinergiche, unendo forze e competenze per fornire soluzioni innovative e complete in ambito meccatronico.

MECS esegue lavorazioni meccaniche da tornitura da barra e fresatura, con prototipazioni, piccole e medie produzioni e piccoli assemblati, utilizzando torni di ultima generazione fino a 10 assi (per diametri da 3 a 35 mm) e fresatrici per leghe leggere. Per la prototipazione e lavorazioni complesse e combinate di tornitura e fresatura, si è dotata di un macchinario multitasking con passaggio barra fino a 65 mm, diametro massimo di lavorazione pari a 380 mm e lunghezza massima di 424 mm, con un reparto dedicato alla prototipazione CNC. I materiali lavorati sono acciai ad alta velocità (AVP), leghe non ferrose come ottone e bronzo, leghe esotiche come il titanio e leghe leggere come le leghe di alluminio, acciai inossidabili (Inox AISI 303, 304, 310S, 316, 430), acciai legati, rame, materiali plastici come derlin, plexiglass, metacrilato, PVC, nylon, politene HD e policarbonato.

Per la programmazione delle macchine utensili viene utilizzato un sofisticato sistema CAD/CAM che consente la simulazione 3D dei pezzi e le relative fasi di lavorazione, riducendo il tasso di errore e i tempi di programmazione manuale.

L’azienda, inoltre, è stata progetto-pilota di un particolare MES (Manufacturing Execution System) per connettere macchinari e processi nella logica di Industria 4.0 con un grado di personalizzazione elevato, che lo rende particolarmente performante.

MECS pone estrema attenzione alla qualità, utilizzando strumenti di misura ad altissime prestazioni: la sua sala metrologica utilizza macchine Zeiss e Mitutoyo e una telecamera ottica digitale Panasonic per rilevare rapidamente i difetti non visibili a occhio nudo.

L’azienda è «eco-friendly»: utilizza esclusivamente oli di origine biologica, dispone di un sistema di aspirazione che restituisce aria micro-filtrata al 99,98%, l’impianto di illuminazione è a led e viene effettuata la raccolta differenziata dei trucioli di scarto. Il nuovo stabilimento di Ivrea avrà, in più, un sistema di climatizzazione all’interno dell’area produttiva.

HUB22 accoglie alcune aziende della rete d’impresa, aziende partner, aree di coworking e una sala conferenze/aula per la formazione. Info sul sito www.mecs-torneria.it.